Crea sito

DISPOSIZIONI GENERALI

ATTI GENERALI

In questa sezione vengono pubblicati gli atti generali dell'ente, come indicato dall'art. 12, c. 1-2, del D.lgs. n. 33 del 14/03/2013.

NORMATIVA AMBIENTALE

Di seguito i link per accedere ai principali testi della normativa vigente in materia ambientale:

DECRETO LEGISLATIVO 3 aprile 2006, n. 152 - Norme in materia ambientale, Testo Unico Ambientale.

Ad integrazione delle suddette norme in materia ambientale è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale n.141/2017, il decreto-legge n.91/2017 recante “Disposizioni urgenti per la crescita economica nel Mezzogiorno”, che completa definitivamente le disposizioni della decisione e del regolamento dell’Unione Europea pubblicati nel dicembre 2014 con il Testo Unico Ambientale: «1. La classificazione dei rifiuti e’ effettuata dal produttore assegnando ad essi il competente codice CER ed applicando le disposizioni contenute nella decisione 2014/955/UE e nel regolamento (UE) n. 1357/2014 della  Commissione, del 18 dicembre 2014».

DECRETO MINISTERIALE 30 marzo 2016, n. 78Regolamento recante disposizioni relative al funzionamento e ottimizzazione del sistema di tracciabilità dei rifiuti in attuazione dell’articolo 188-bis, comma 4-bis, del decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152. Per maggiori informazioni e approfondimenti in merito al SISTRI (Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti) è possibile visitare il portale dedicato istituito dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare: www.sistri.it.

- DECRETO MINISTERIALE 31 maggio 2016, n. 121Regolamento recante modalita' semplificate per lo svolgimento delle attivita' di ritiro gratuito da parte dei distributori di rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) di piccolissime dimensioni, nonche' requisiti tecnici per lo svolgimento del deposito preliminare alla raccolta presso i distributori e per il trasporto, ai sensi dell'articolo 11, commi 3 e 4, del decreto legislativo 14 marzo 2014, n. 49. 

DECRETO LEGISLATIVO 16 giugno 2017, n. 104 -  Modifica della Parte II e i relativi allegati del D. Legislativo 03/04/2006, n. 152 (c.d. Codice dell’ambiente) al fine di attuare la direttiva 2014/52/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 16 aprile 2014, che modifica la direttiva 2011/92/UE, concernente la valutazione dell'impatto ambientale di determinati progetti pubblici e privati, ai sensi degli articoli 1 e 14 della legge 9 luglio 2015, n. 114. (17G00117) (GU Serie Generale n.156 del 06-07-2017)
NOTE: Entrata in vigore del provvedimento: 21/07/2017

GUIDA ALL’ADESIONE E ALL’APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO AMBIENTALE 2017

GUIDA ALL’ADESIONE E ALL’APPLICAZIONE DEL CONTRIBUTO AMBIENTALE 2017 - CONAI - La guida, che potrà subire ulteriori integrazioni, contiene anche ciò che il Consiglio di Amministrazione CONAI, sentito il parere del Consorzio Ricrea, ha deliberato la diminuzione del Contributo Ambientale per gli imballaggi in acciaio che, dagli attuali 13,00 Euro/ton, passerà a 8,00 Euro/ton. La riduzione sarà operativa a partire dal 1° gennaio 2018.

Il Consiglio di Amministrazione ha, inoltre, deliberato una ulteriore diminuzione del contributo per il vetro, che dal 1° luglio 2017 scende già da 17,30 Euro/ton a 16,30, e che dal 1° gennaio 2018 si ridurrà a 13,30 Euro/ton.

Si tratta di un segnale dell’impegno del sistema consortile ad ottimizzare le risorse ed a contenere i costi per le imprese Consorziate – produttrici e utilizzatrici di imballaggi – garantendo il ritiro dei rifiuti urbani di imballaggio sull’intero territorio nazionale ed il riconoscimento ai Comuni dei corrispettivi previsti dal vigente Accordo Quadro ANCI-CONAI.

Per ogni ulteriore informazione e chiarimento è a disposizione delle aziende il Numero Verde CONAI 800-337799.

NORMATIVA APPALTI PUBBLICI

- DECRETO MINISTERIALE 24 MAGGIO 2016 - Incremento progressivo dell'applicazione dei criteri minimi ambientali negli appalti pubblici per determinate categorie di servizi e forniture. 

Si riporta il link alla Gazzetta ufficiale  n. 131 del 7 giugno 2016 in cui sono stati pubblicati i due decreti del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare del 24 maggio 2016 volti a incrementare l' applicazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) negli appalti pubblici per alcune categorie di forniture e servizi e a stabilire i punteggi premianti per l’utilizzo di materiali riciclati negli appalti pubblici di progettazione di edifici, cantieri e arredo urbano.

- DECRETO LEGISLATIVO 18 aprile 2016, n. 50 - Attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE sull'aggiudicazione dei contratti di concessione, sugli appalti pubblici e sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali, nonche' per il riordino della disciplina vigente in materia di contratti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture. (16G00062) (GU Serie Generale n.91 del 19-04-2016 - Suppl. Ordinario n. 10)

Successive modifiche apportate con il decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50: "disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo" e, convertito, con modificazioni, dalla legge 21 giugno 2017, n. 96: "conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 aprile 2017, n. 50, recante disposizioni urgenti in materia finanziaria, iniziative a favore degli enti territoriali, ulteriori interventi per le zone colpite da eventi sismici e misure per lo sviluppo", con cui sono stati pubblicati i nuovi elenchi dei soggetti tenuti all’applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti di cui all’articolo 17-ter del d.P.R. 26 ottobre 1972, n. 633.

REGOLAMENTO DELL' ALBO NAZIONALE DEI GESTORI AMBIENTALI

Di seguito il link alla Gazzetta ufficiale  n. 120 del 3 giugno 2014 contenente il regolamento per la definizione delle attribuzioni e delle modalita' di organizzazione dell'Albo nazionale dei gestori ambientali, dei requisiti tecnici e finanziari delle imprese e dei responsabili tecnici, dei termini e delle modalita' di iscrizione e dei relativi diritti annuali e il link alla nuova normativa che regolamenta i requisiti relativi al Responsabile Tecnico in materia di gestione dei rifiuti.

- DECRETO MINISTERIALE 3 GIUGNO 2014, n. 120

- DELIBERAZIONE 22 MARZO 2017 - Modifica prescrizioni provvedimenti d'iscrizione all'Albo Nazionale dei gestori ambientali

- DELIBERAZIONE 30 MAGGIO 2017 - Requisiti relativi al Responsabile Tecnico in materia di gestione dei rifiuti